Se c'è una compagnia che anche in periodi di crisi si muove nel e smuove il mercato, quella è Ryanair. È recentissima la notizia, ultima solo in ordine di tempo, dell'ordine di 175 Boeing 737-800 next generation, operazione il cui costo è stimabile intorno ai 15,6 milioni di dollari. Al momento dell'acquisto di un biglietto con questa compagnia, basta leggere le norme della Ryanair e rispettarle come indicate per evitare brutte sorprese al momento del check-in.

Il vettore irlandese, infatti, è stata più volte tempestata da bufere di polemiche a causa di presunti abusi o esagerazioni. Episodi che, a ben vedere, francamente escludevano scorrettezze da parte della compagnia. Era la fine dell'ottobre dello scorso anno quando titoloni a caratteri cubitali dei quotidiani specializzati e non strillavano l'esclusione da parte di Ryanair di una passeggera spagnola per un libro di troppo. Un titolo a effetto, certo, che però colpevolmente ometteva altri dati, ad esempio che l'altro collo (quindi già uno in eccesso) superava, oltre che il numero lecito, anche le dimensioni indicate. In tempi ancor più recenti divamparono le polemiche per una turista inglese che secondo quotidiani e riviste locali sarebbe rimasta a terra per una borsa in più, ancora una volta, duole sottolineare, non specificando che né il numero, né il peso, né le dimensioni e soprattutto né il contenuto sarebbe stato accettabile da nessuna compagnia.

Le norme che regolano pesi e quantità sono state pensate e stipulate da esperti che hanno ben ponderato, prima di emetterle, liceità, rischi e comodità. Il rispetto di queste garantisce innanzitutto la sicurezza di tutti i passeggeri e tempi rapidi di svolgimento delle operazioni di imbarco.

(fonte: www.volo24.it)